Porta Nuova e dintorni, regna ancora il degrado

Grido d’allarme dei residenti e dei commercianti di via Sacchi e vie limitrofe da me rilanciato con un’interpellanza in Sala Rossa: risposte non del tutto soddisfacenti da parte della Giunta. Ho chiesto una maggiore presenza di Agenti della Municipale, una progettualità per la riqualificazione dell’ex Clinica Salus, più passaggi da parte di Amiat, un approfondimento in Commissione e un sopralluogo di Consiglio e di Giunta.

Continua a leggere

INTERPELLANZA – I CITTADINI DEL QUARTIERE BORGO VITTORIA CHIEDONO CHE L’AMMINISTRAZIONE, CUM GRANO SALIS, SI OCCUPI DEI LORO PROBLEMI E LI RISOLVA. O ALMENO CI PROVI!

PREMESSO CHE

  • pochi giorni fa lo scrivente ha incontrato un gruppo di cittadini residenti nel quartiere Borgo Vittoria che hanno voluto esporre alcune problematiche particolarmente rilevanti per la vivibilità del quartiere;

RILEVATO  CHE

  • in via Orbetello, nel tratto tra via de Marchi e via Vaninetti, vi è un compendio immobiliare in fase di realizzazione con tanto di ponteggio: come riferito dai cittadini, tale costruzione è ferma da molti anni (si allega documentazione fotografica);
  • in corso Venezia, nell’ambito dei lavori di riqualificazione del Parco Sempione/Stazione Rebaudengo Fossata/corso Venezia, sono presenti 7 moduli abitativi (4 di colore bianco e 3 di colore verde) dei quali non si conosce né l’utilizzo né se sia ancora in corso di validità l’omologazione abitativa (si allega documentazione fotografica);
  • in via Sospello angolo via Ala di Stura, di fronte alla Cascina Fossata, c’è un ampio spazio verde che versa in un gravissimo stato di abbandono e incuria;
  • il marciapiede prospiciente, pur essendo presenti le apposite “piazzole” per ospitare alberate, ne è privo;

CONSIDERATO CHE

  • Borgo Vittoria è una delle tante periferie cittadine a cui il partito dei 5 Stelle aveva rivolto molte promesse nella campagna elettorale 2016: a distanza di 3 anni si nota una grave distrazione dell’Amministrazione anche per questa periferia urbana;

INTERPELLA

Il Sindaco e l’Assessore competente per sapere:

  1. chi sia il proprietario/committente del compendio immobiliare in via Orbetello nei pressi del civico 51 (tra via De Marchi e via Vaninetti);
  2. quale sia lo stato della situazione: se l’Amministrazione abbia un progetto per la conclusione dei lavori (nel caso in cui fosse proprietaria dell’area e del fabbricato), se siano state avviate interlocuzioni con la proprietà (in caso di proprietà privata) per giungere ad una conclusione dell’opera che coinvolga anche il giardino adiacente (di forma triangolare visibile nella documentazione fotografica che si allega);
  3. quale sia la destinazione d’uso dei 7 moduli (4 di colore bianco, 3 di colore verde) presenti nel cantiere di corso Venezia/Parco Sempione, se sia ancora in corso di validità l’omologazione e quale sia il loro destino al termine del cantiere;
  4. di chi sia la competenza per la cura e la manutenzione dello spazio verde (si allega foto) in via Sospello angolo via Ala di Stura e, nel caso in cui si trattasse di proprietà privata, se sia intenzione dell’Amministrazione inviare un formale sollecito ad intervenire;
  5. se e quando possano trovare collocazione alcune piante presso gli appositi spazi già presenti nel marciapiede in via Sospello angolo via Ala di Stura e nel piazzale/parcheggio di fronte alla Scuola Franchetti;
  6. quali soluzioni si intendano intraprendere per il ripristino delle piante ammalorate (una ventina) recentemente piantumate in corso Venezia nel tratto da via Vibò a largo Breglio.

Silvio Magliano

Anagrafe intasata, non più garantita la possibilità di fare la tessera direttamente al seggio: diritto di voto messo a repentaglio

Code presso gli sportelli per ritirare i certificati elettorali. Non più prevista la possibilità di fare la tessera ai seggi e personale inadeguato per numero agli sportelli. Il conto lo pagano i cittadini. Non sarà che questa Amministrazione teme il responso del voto?
L’incapacità di questa Amministrazione di garantire un numero adeguato di operatori presso gli sportelli dell’Anagrafe sta mettendo a rischio la possibilità, per centinaia di torinesi, di esercitare il diritto di voto.
A questo dato di base si aggiunge il fatto che, da quest’anno, non vi saranno più i dipendenti comunali che fino allo scorso anno, direttamente al seggio, consentivano di votare ai cittadini con tessera elettorale piena.
Lo sportello dell’anagrafe è dunque l’unica possibilità concessa a chi deve rifare la tessera. Sto ricevendo decine di segnalazioni di cittadini in coda da ore per ritirare il certificato elettorale. I torinesi stanno pagando il conto più caro per le fallimentari politiche della Giunta in tema di assunzioni presso l’Anagrafe cittadina e la totale incapacità di garantire un numero sufficiente di sportellisti.
Segnali gravissimi a meno di 48 ore dal voto di domenica. Per incapacità e per scelte sbagliate, l’Amministrazione sta rendendo problematico, per tanti torinesi, esercitare il diritto di voto. Voto il cui esito probabilmente preoccupa più di un Cinque Stelle.
Silvio Magliano – Capogruppo Moderati, Consiglio Comunale Torino.

Contatti

#socialwall

I Moderati

Al centro della visione politica della lista civica per la quale mi candido ci sono la persona, la libertà e la dignità di ogni essere umano, la centralità della famiglia e del lavoro, la solidarietà sociale e il rispetto per l’ambiente.

#AppendinoDoveSei

Seguimi sui social