Silvio Magliano

Al lavoro per il Piemonte

La mia storia

La mia formazione e il mio impegno a favore delle persone e del Bene Comune, dai tempi dell’Università a oggi

Il mio programma

Ecco il futuro che vorrei per il nostro territorio, punto per punto

Gallery Fotografica

Le foto della mia attività in Aula e sul territorio

Tutte
le news

Le mie dichiarazioni e i miei commenti sull’attualità politica

Leggi

Il bar robotico “fugge” a Milano

Ecco le domande che, a settembre, porrò alla Giunta. ...
Leggi tutto

Il quadrilatero del degrado

Non chiamatelo "Quartiere": tra le vie Crea, Chambery, Eritrea, Adamello e limitrofe è "Giungla Aeronautica". Sporcizia, ...
Leggi tutto

Quando il Volontariato fa da banca per la Città di Torino

È il caso, per esempio, di Auser. "Aspettiamo rimborsi dal Comune per 80 mila euro, ...
Leggi tutto

200

atti presentati in media ogni anno

13

anni di esperienza nelle istituzioni

500

cittadini incontrati in media ogni anno

5000

volte presente in Consiglio Comunale e Città Metropolitana

Tante

cose ancora da fare, insieme

Incontriamoci

Se ti fa piacere, vediamoci di persona. Sarò molto felice di discutere con te delle questioni che più senti importanti. La porta del mio ufficio è sempre aperta non solo per chi desidera sottopormi un problema o propormi un’idea, ma anche per chi desidera impegnarsi in politica.

Il mio impegno

I miei video

Silvio Magliano - Un amico in Comune, in Regione
Silvio Magliano - Un amico in Comune, in Regione8 hours ago
Fotografia della Città Metropolitana non lusinghiera da parte della Corte dei Conti. Giulia Ricci e Christian Benna riprendono una mia dichiarazione sul "Corriere Torino".
https://torino.corriere.it/cronaca/19_agosto_17/spese-senza-controllo-citta-metropolitana-torino-dietro-reggio-calabria-96b7d90c-c0cf-11e9-a944-b7ca57037a99.shtml
Silvio Magliano - Un amico in Comune, in Regione
Silvio Magliano - Un amico in Comune, in Regione3 days ago
#Ferragosto speciale, per me: prima festa dell'Assunzione di Maria che passo da papà. Giorni da trascorrere in famiglia, tra giochi e documenti, in un'alternanza di pappette per mio figlio Martino e atti da approfondire e preparare, prima di tornare al lavoro, a fare del mio meglio per le persone e per il territorio come Consigliere della Città di Torino, della Città Metropolitana e della Regione Piemonte.
A tutti voi il mio augurio di serenità e riposo, sia per chi è in ferie sia per chi è rimasto in città. La nostra bella Torino che tanto di più meriterebbe in termini di impegno e investimenti per crescere di più e meglio come destinazione turistica. Un pensiero particolare per chi sta lavorando, per chi sta vivendo una difficoltà personale, economica o di salute, per i tanti Volontari che non smettono di impegnarsi, soprattutto in questi giorni, per fare del bene.
Una riflessione, per finire, sulla necessità di investire di più e meglio nelle infrastrutture e nella sicurezza del nostro territorio, mentre tutti abbiamo ancora negli occhi le immagini della Santa Messa in suffragio per le vittime del crollo del Ponte Morandi di Genova, a un anno da questa assurda tragedia che non dobbiamo e non vogliamo dimenticare.
Sullo sfondo, una situazione politica nazionale quanto mai delicata.
A tutti voi, un grande e sentito augurio di buona festa dell'Assunta e di #BuonFerragosto.
Silvio Magliano - Un amico in Comune, in Regione
Silvio Magliano - Un amico in Comune, in Regione1 week ago
Quartiere Aeronautica tra sporcizia e degrado: a settembre mia nuova interpellanza sul tema.
http://www.silviomagliano.it/il-quadrilatero-del-degrado/
Silvio Magliano - Un amico in Comune, in Regione
Silvio Magliano - Un amico in Comune, in Regione1 week ago
Chissà che cosa direbbe Don Luigi Sturzo - scomparso l'8 agosto del 1959, esattamente sessant’anni fa - se si trovasse catapultato nell'Italia di oggi.
Chissà che cosa penserebbe di questo scenario, da pensatore che ha sempre interpretato "la democrazia come Bene Comune e, dunque, come metodo: il metodo di libertà”.
Chissà che cosa penserebbe di tanti esponenti del panorama politico attuale, dei loro modi, del loro improvvisarsi, della loro ostentazione sui media e sui social, lui che, invece, affermava "Ho sempre sentito la politica come un dovere".
Chissà che cosa penserebbe dell'abuso del riferimento al "popolo" come parola passepartout in nome della quale quasi tutto vale, quasi tutto si giustifica, per quasi tutto si costruisce una legittimazione.
Chissà che cosa penserebbe, da popolare che invitava a "promettere poco e mantenere quanto si è promesso", della tendenza populista ormai prevalente a moltiplicare all'infinito promesse e promesse, pur di consolidare il consenso #oggi, anche a costo di mettere a repentaglio il #domani di tutti.
Chissà che cosa penserebbe di una politica ormai troppo asfittica per i tempi della storia e perfettamente a suo agio, invece, in quelli della cronaca, scanditi sulla base dei punti percentuali di consenso misurati dal più recente sondaggio, non più mezzo ma fine di ogni scelta e di ogni parola.
A cent'anni e qualche mese dell'appello ai "Liberi e forti" (gennaio 1919) rispolverebbe, forse, una sua nota frase, oggi attuale più che mai: "Nella politica, come in tutte le sfere dell'attività umana, occorre il tempo, la pazienza, l'attesa del sole e della pioggia, il lungo preparare, il persistente lavorio, per poi, infine, arrivare a raccoglierne i frutti".
Io credo che, nonostante tutto, sia ancora questo il dovere di chi fa #politica.

Contatti

#socialwall

I Moderati

Al centro della visione politica della lista civica per la quale mi candido ci sono la persona, la libertà e la dignità di ogni essere umano, la centralità della famiglia e del lavoro, la solidarietà sociale e il rispetto per l’ambiente.

#AppendinoDoveSei

Seguimi sui social