• home slideshow manifesto 2
  • slideshow01
  • Magliano_Strippaggio2
  • A Torino contano le persone
torino-quartiere-vanchiglia-piazza-santa-giulia-by-night

INTERPELLANZA – Movida in Vanchiglia: una convivenza difficile, resa quasi impossibile a causa del disinteresse dell’Amministrazione

Scritto da Redazione sito on . Postato in Interpellanze

Il sottoscritto Consigliere Comunale,

PREMESSO CHE

– nel corso degli ultimi anni nel territorio cittadino si è sviluppata un’importante rete di svago notturno che ha interessato diverse zone;

–  il fenomeno ebbe inizio alla fine degli anni 80 con il recupero delle arcate dei Murazzi, successivamente la tendenza ha coinvolto piazza Vittorio Veneto e poi San Salvario;

– l’inevitabile conseguenza è stata che, oltre a rivitalizzare aree fino a quel momento piuttosto “spente”, si è ingenerato il fenomeno della cosiddetta “malamovida”, con frequenti dissidi ed esposti tra i residenti e i titolari e frequentatori dei locali;

– in tempi recenti la movida ha raggiunto anche la zona Vanchiglia, con particolare accentuazione nel perimetro compreso tra via Vanchiglia, corso San Maurizio, via Montebello e corso Regina Margherita;

– il tratto compreso tra via Giulia di Barolo e piazza Santa Giulia è caratterizzato da un’alta densità di locali ed è la zona in cui si verificano le più accese divergenze tra residenti, titolari e avventori;

– oltre ad un utilizzo improprio degli spazi pubblici da parte dei clienti con schiamazzi, urla e lancio di petardi in piena notte, negli ultimi mesi la situazione è peggiorata con l’arrivo di numerosi spacciatori di sostanze stupefacenti e venditori abusivi di bevande alcoliche;

RILEVATO CHE

–        la Circoscrizione 7 ha approvato, in data 24 ottobre 2016, la deliberazione d’intenti recante oggetto “Movida smart in Vanchiglia” (mecc. 2016 04685/090) nella quale venivano avanzate dieci proposte alla Giunta;

–        tale deliberazione si occupava di sollecitare la presenza di pattuglie miste (Polizia Municipale, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza) per presidiare la zona in oggetto in orario serale-notturno, di istituire la sosta riservata ai residenti, di anticipare gli interventi di pulizia e spazzamento del quartiere, di posa di rastrelliere per velocipedi, di collocazione di un “pilomat”, di potenziare l’illuminazione pubblica, di collocare un maggior numero di cassonetti per la raccolta differenziata, di attivazione di un servizio PIN (Progetto Itinerante Notturno) dell’ASL, di richiesta di utilizzo in convenzione con l’Università degli Studi di Torino del parcheggio del CLE in orario notturno e di attivazione di un servizio di biblioteca itinerante;

CONSIDERATO CHE

–        facendo seguito alla sopra citata deliberazione, l’Assessore al Commercio attualmente in carica ha organizzato tre incontri ristretti con residenti, associazioni di categoria e “stakeholder” del territorio;

–        i tre incontri non hanno prodotto alcun risultato concreto in termini di proposte per arginare gli effetti negativi della movida e, di conseguenza, per fornire risposte ai residenti;

INTERPELLA

La Sindaca e l’Assessore competente per sapere se l’Amministrazione:

  1. intenda attingere alle proposte avanzate dalla Circoscrizione 7 con la sopra citata deliberazione d’intenti “Movida smart in Vanchiglia” per organizzare un sistema di interventi utili ed efficaci a contrastare i molteplici aspetti negativi della movida;
  2. ad integrazione di quanto elaborato dalla Circoscrizione 7, abbia studiato altre misure e ipotesi di intervento e sia pronta a realizzarle;
  3. ritenga utile incrementare la presenza di pattuglie della Polizia Municipale, specialmente durante le ore serali e notturne dei mesi primaverili ed estivi.

F.to  Silvio Magliano

festa via Frejus

INTERPELLANZA – Festa di via Frejus – intimidazioni ai commercianti da parte del social media manager della Sindaca Appendino?

Scritto da Redazione sito on . Postato in Interpellanze

I/Le sottoscritti/e Consiglieri/e Comunali,

PREMESSO CHE

– nella giornata di sabato 7 aprile 2018, un consigliere del M5S della Circoscrizione 3, insieme al social media manager della Sindaca Chiara Appendino e ad altri attivisti del M5S, pare si siano recati di persona presso molti esercizi commerciali di via Frejus distribuendo copia di un articolo di giornale che riportava la vertenza civile tra “Il Mercatino da Forte dei Marmi” e “Gli ambulanti di Forte dei Marmi”;

– la presidente dell’Associazione commercianti e artigiani via Frejus si è vista costretta a chiamare le Forze dell’Ordine per identificare i presenti;

– quanto accaduto è molto grave e si potrebbe configurare come un tentativo di far fallire un evento in capo alla Circoscrizione a favore di un altro evento di un’altra Città e soprattutto a favore di soggetti terzi e privati;

INTERPELLANO

La Sindaca e l’Assessore competente per sapere:

1) se corrisponda al vero che il Social Media Manager Xavier Bellanca ha distribuito copia degli articoli di giornale di cui in premessa;

2) se il social media manager ha agito su incarico della Sindaca, in rappresentanza del suo Ufficio o ad altro titolo;

3) atteso che l’individuazione degli operatori commerciali partecipanti alla festa di via è esclusivo onere del soggetto promotore, quale interesse ha spinto il social media manager della Sindaca insieme ad altri a rappresentare situazioni di rapporti privati tra associazioni ai commercianti ingenerando l’equivoco che stesse rappresentando la posizione della Città;

4) quali rapporti intercorrano e siano intercorsi fra l’Assessorato competente e i rappresentanti de “Gli ambulanti di Forte dei Marmi”, e quali contributi, concessioni a vario titolo e patrocini sono intercorsi fra detto Consorzio e la Città.

F.to:  Domenico Carretta

          Silvio Magliano

          Stefano Lo Russo

          Fabrizio Ricca

          Francesco Tresso

umberto

INTERPELLANZA – Caduta controsoffitto stazione metro Re Umberto

Scritto da Redazione sito on . Postato in Interpellanze

I sottoscritti Consiglieri Comunali,

CONSIDERATO

che la linea della metropolitana di Torino è frequentata da oltre 150 mila persone nei giorni feriali;

RILEVATO

che la mattina del 19 marzo 2018 un pezzo del controsoffitto è caduto sopra la scalinata interna di accesso alla banchina dei treni, sul lato sud della stazione metropolitana Re Umberto;

INTERPELLA

La Sindaca e l’Assessore competente per conoscere:

1) i motivi di questo cedimento;

2) quali misure sono state prese per riparare il controsoffitto;

3) quali misure sono state prese per evitare altre cadute analoghe e per verificare lo stato di sicurezza di tutte le stazioni della linea di metropolitana.

F.to Monica Canalis

        Silvio Magliano

CORSO LANZA

INTERPELLANZA – Capitolo secondo de “I tanti problemi dei giardini in corso Lanza”: ovvero, sarà la volta buona?

Scritto da Redazione sito on . Postato in Interpellanze

Il sottoscritto Consigliere Comunale,

PREMESSO CHE

–        il giardino in oggetto ospita un’area gioco bimbi con una pavimentazione in gomma anti- trauma, alcune panchine e due vasi destinati ad ospitare le fioriture del progetto “Ciotole fiorite”;

–        esso si trova in corso Lanza, in prossimità dell’intersezione con via Bicocca, zona Borgo Crimea, nel territorio della Circoscrizione 8;

–         quest’area è destinata principalmente ai bimbi e ai loro accompagnatori;

–        lo scrivente ha effettuato un sopralluogo, insieme a un gruppo di residenti, in data 13 marzo 2018;

RILEVATO CHE

–        nell’area in oggetto si rilevano incuria, degrado, sporcizia ed evidenti segni di atti vandalici ai danni dei giochi bimbi (uno di essi è stato rimosso e sono stati lasciati a terra gli ancoraggi in legno che costituiscono un pericolo per i bambini) e alla pavimentazione da cui risultano divelte alcune “mattonelle”;

–        una panchina in legno ha lo schienale rotto;

–        due alberi sono stati potati (uno di recente) ma non sostituiti;

–        la staccionata che funge da recinzione perimetrale è in ampie parti mancante o comunque gravemente danneggiata e pertanto inservibile per lo scopo;

–        è presente una recinzione di cantiere in materiale plastico di colore arancione che supplisce alla mancanza di ampi tratti della staccionata lignea;

–        molte delle criticità sopra esposte erano già state evidenziate dallo scrivente con un’interpellanza presentata il 5 luglio 2017 (mecc. 2017 02702/002) e discussa in Consiglio Comunale l’11 settembre 2017;

–        come riportato da organi di informazione (ad esempio La Stampa del 21 marzo, pagina 48) la situazione dell’area  è caratterizzata dalla presenza e dal permanere di numerose criticità non risolte da tempo;

CONSIDERATO CHE

–       nella nota letta in Aula dall’Assessore Unia la Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde, Servizio Verde Pubblico confermava di “aver riscontrato danni alla recinzione perimetrale, ad una panchina ed all’area gioco” e proseguiva dichiarando che “la competenza è circoscrizionale e comunica di aver provveduto a segnalare loro le criticità riscontrate”;

–        la nota proseguiva fornendo riscontri ai quesiti posti dall’interpellante: “Sulla staccionata, la sostituzione dovrebbe avvenire nel periodo di chiusura del cantiere di via Monferrato, esecutrice la ditta aggiudicataria dei lavori di pedonalizzazione (presumibilmente a fine anno)”, “La riparazione della panchina avverrà quando saranno reperiti i fondi necessari, al momento non ancora disponibili”;

–       allo stato risulta evidente che le problematiche narrate tempo addietro dallo scrivente non abbiano ancora conosciuto interventi risolutori da parte dell’Amministrazione;

–        risulta che la competente Circoscrizione 8, nonostante le esigue disponibilità di bilancio, sia sempre intervenuta  per la soluzione delle problematiche delle aree verdi del proprio territorio, e che gli ultimi tagli imposti dall’Amministrazione centrale non permettano al momento ulteriori interventi di natura straordinaria;

INTERPELLA

La Sindaca e l’Assessore competente per sapere se:

1)      l’Amministrazione intenda intervenire per risolvere le problematiche già descritte dallo scrivente con il precedente atto e riproposte con il presente;

2)      l’Amministrazione sia in grado di fornire precisa rispondenza ai cittadini relativamente alle tempistiche per la riparazione completa della staccionata perimetrale, per la riparazione/sostituzione della panchina danneggiata, per la posa di un nuovo gioco bimbi in sostituzione di quello rimosso e per la piantumazione di nuovi alberi in sostituzione di quelli potati.

 F.to Silvio Magliano

suk

INTERPELLANZA – Nuova location per il Barattolo

Scritto da Redazione sito on . Postato in Interpellanze

La/Il sottoscritta/o Consigliera/e Comunale,

CONSTATATO CHE

–        il Canale Molassi ha ospitato il mercato di libero scambio sin dai primi anni 2000, prima spontaneamente e poi con Regolamento n. 316 del Comune;

–        la deliberazione della Giunta Comunale dell’8 settembre 2015 (mecc. 2015 03957/070), individuava quale ulteriore area sperimentale destinata alle attività di Libero Scambio l’area pubblica ubicata in via Monteverdi e, nello stabilire l’opportunità di definire altre aree nell’ambito cittadino, faceva emergere la possibilità di individuare tale sito nell’area in via Basse di Stura di proprietà di Iren-Energia;

–        la deliberazione della Giunta Comunale del 17 maggio 2016 (mecc. 2016 02365/016), avente ad oggetto “Collocazione delle attività di libero scambio su area pubblica in via Monteverdi. Individuazione nuovo punto di ristoro. Approvazione.” approvava la proroga fino al 31 ottobre 2016 della concessione di occupazione di posteggio su suolo pubblico rilasciata agli operatori del commercio su area pubblica a servizio delle attività di libero scambio sull’area di via Monteverdi;

RILEVATO CHE

–        la deliberazione della Giunta Comunale del 25 ottobre 2016 (mecc. 2016 04809/070), avente ad oggetto “Attività di libero scambio. Gestione delle attività del sabato e della domenica. Aree, criteri e modalità di gestione”, deliberava “una rotazione in molteplici aree, anche tra quelle precedentemente individuate. A tale rotazione potrebbe essere associato un meccanismo di indennizzo per quelle Circoscrizioni che ospitano le aree di Libero Scambio” ed individuava come prima ipotesi di rotazione l’area Ponte Mosca, poi resasi indisponibile;

–        la deliberazione della Giunta Comunale del 22 novembre 2016 (mecc. 2016 05361/070), avente ad oggetto “Attività di libero scambio. Criteri e modalità per l’individuazione del concessionario del servizio di gestione delle attività del sabato e della domenica”, svincolava l’affidamento della gestione del libero scambio dalla localizzazione delle attività, che sarebbero avvenute su aree di volta in volta individuate dalla Città;

–        la deliberazione della Giunta Comunale del 6 aprile 2017 (mecc. 2017 01248/131), avente ad oggetto “Area compresa tra via Varano, via Carcano, via Ravina e vie Nievo-Poliziano. Indirizzi per la risistemazione e gli insediamenti futuri. Approvazione.”, dichiarava quanto segue: “si ritiene, quindi, di approvare la sistemazione definitiva del compendio destinando provvisoriamente parte dell’area alle attività di animazione e rigenerazione  e al sabato e alla domenica alle attività previste da “Barattolo”. Per quanto riguarda le attività legate al libero scambio, attualmente ospitate in Canale Molassi e in via Monteverdi, oggetto di specifica concessione di servizio affidata all’Associazione Vivibalon, si procederà, a cura del Servizio Arredo Urbano, Rigenerazione Urbana e Integrazione al loro trasferimento in due fasi: la prima fase interesserà le attività previste la domenica (attualmente in via Monteverdi); la seconda quelle del sabato (Canale Molassi). La nuova area potrà ospitare al massimo 400 stalli”;

–        il 10 giugno 2017 la presenza di venditori abusivi presso il Barattolo in Canale Molassi ha impedito l’accesso di un’ambulanza che doveva soccorrere una persona vittima di attacco cardiaco in uno degli stabili affacciati su Canale Molassi;

–        il 15 ottobre 2017 un uomo è stato ucciso mentre frequentava il Barattolo in via Carcano;

–        a novembre 2017 l’Assessore Giusta ha dichiarato nell’ambito della Conferenza dei Capigruppo, di fronte ai                   Comitati CarcaNo e Associazioni e Comitati Riuniti di Porta Palazzo, di voler individuare una nuova sede per il             Barattolo;

–        il 29 novembre 2017 la Sindaca Appendino e l’Assessore Giusta nell’ambito dell’Assemblea pubblica AxTo e CoCity all’Hub Cecchi Point hanno ribadito la volontà di spostare il Barattolo entro la fine dell’inverno;

–        il 19 febbraio 2018 l’Assessore Giusta nel rispondere all’interpellanza del Vicepresidente Vicario Lavolta ha dichiarato che Barattolo sarebbe stato spostato entro il 21 marzo 2018;

–        il 23 marzo 2018 nell’ambito della Conferenza dei Capigruppo l’Assessore Giusta ha ventilato lo spostamento del Barattolo a Mirafiori;

PRESO ATTO

che attualmente il Barattolo si svolge il sabato mattina a Canale Molassi e San Pietro in Vincoli e la domenica mattina in via Carcano;

CONSIDERATO

che ad oggi la Giunta non ha ufficialmente comunicato qual è la nuova sede designata;

INTERPELLANO

La Sindaca e l’Assessore competente per conoscere qual è la sede individuata e quali sono i tempi dello spostamento.

F.to:  Monica Canalis

Silvio Magliano