fbpx

Corso Cairoli: due vittime a causa dei mancati interventi della Giunta Comunale?

Corso Cairoli

In corso Cairoli i pedoni continuano ad essere coinvolti in sinistri stradali a causa della mancata esecuzione delle opere relative alla messa in sicurezza dell’attraversamento pedonale. Con questa interpellanza domando alla Giunta per quale motivo non sia ancora stato effettuato alcun intervento fra quelli promessi e con quali tempistiche si intendano realizzare i lavori per evitare altre vittime.

Continua a leggere

Campo Rom corso Tazzoli: l’amministrazione non vuole risolvere il problema

Oggi, durante il Diritto di Tribuna, ho avuto ulteriore conferma che la Giunta non vuole risolvere il problema del campo Rom abusivo di corso Tazzoli e, ancora una volta, mi sono trovato di fronte alla disperazione di cittadini, famiglie, abbandonati. Ribadisco le mie proposte: apriamo al traffico le vie tra corso Tazzoli e corso Orbassano per aumentare la sicurezza e diamo garanzie a chi fino ad ora ha visto i sacrifici di una vita venire devastati da furti, saccheggi, insicurezza e illegalità, ma nonostante tutto non si arrende.
Oggi, durante il Diritto di Tribuna dedicato al disperato grido di aiuto delle persone che vivono e lavorano nelle vicinanze del Campo Rom di corso Tazzoli, mi sono di nuovo trovato a fianco con tante persone che stanno perdendo la speranza e non ce la fanno più, famiglie e imprenditori che hanno investito tutto e che chiedono solo un motivo per non arrendersi, ma in cambio ricevono solo (poche) vane promesse e abbandono.

Continua a leggere

La decisione del Tribunale di Torino è incomprensibile e apre scenari di totale e assoluta indeterminatezza

La Corte d’Appello ordina allo Stato Civile di registrare come madri di un bimbo nato in Spagna la sua mamma biologica e la sua ex compagna: una situazione che non ha precedenti in Italia, di cui non capisco i fondamenti giuridici, ma di cui soprattutto colpiscono le motivazioni, legate al benessere di un bimbo in una relazione con una persona che non è sua madre biologica e con la quale non avrà nemmeno un legame familiare. Il problema è che gli uomini non possono stravolgere la natura a loro uso e consumo, nemmeno se hanno la toga.

Stravolgente la decisione della Corte d’Appello di Torino che ha ingiunto allo Stato Civile di Torino di registrare come madri di un bimbo nato in Spagna e trasferito in città sia la mamma biologica, sia la sua ex compagna. A sconcertare maggiormente sono però le motivazioni della sentenza, quelle cioè di garantire la massima tutela per il bambino e la continuità di relazione, oltre che il diritto alla successione nei confronti della madre non partoriente. Quindi la tutela del bambino significa registrare per sempre come sua madre una persona che non l’ha partorita e che non convive neanche più con lei.

Continua a leggere

Con l’appoggio della Presidenza del mio partito, continuerò a lavorare per costruire il Nuovo Centrodestra a Torino

Apprendo e sono sconcertato dalla scelta dei miei compagni di partito di arrivare alla mia esclusione dal Gruppo NCD in Comune a seguito di una situazione che chiaramente ha trasceso le mie intenzioni. Confortato dall’appoggio dei vertici di NCD, proseguirò nel mio impegno per il partito, sperando che i miei colleghi in Consiglio ritornino su una decisione chiaramente sproporzionata.

Apprendo con sconcerto dell’estromissione dal gruppo NCD in Comune in seguito a una lettera inviata con altri colleghi consiglieri a un quotidiano torinese, compiuta a livello personale. Ritengo che sia chiaramente un’azione fuori misura e inconsulta, nata tra l’altro da una serie di considerazioni non espresse da me direttamente. Ringrazio la Presidenza del mio partito, dalla quale mi è giunto appoggio totale e incondizionato: resto convintamente nel mio partito e continuerò a costruire il Nuovo Centrodestra, confermando la mia totale adesione ai principi e alle ragioni che hanno portato alla costituzione di un movimento politico innovativo per il quale nell’ultimo anno ho lavorato con attenzione e assiduità come testimoniano i dati del mio impegno in Consiglio Comunale. Mi auguro che i miei colleghi Consiglieri comunali possano ritornare sulla loro scelta assolutamente fuori misura e fuori luogo. Io, comunque, continuo a costruire il Nuovo Centrodestra, un movimento di cui il Paese ha bisogno come area popolare e liberale non estremista.

Tariffe agevolate per le donne che utilizzano il taxi alla sera

Licenziata per l’aula dalla Commissione Viabilità e Trasporti la mia proposta che impegna il Comune a concordare, con le cooperative che gestiscono il servizio taxi a Torino, una percentuale di sconto o tariffe agevolate per le donne sole che, di sera o di notte, utilizzano questo mezzo di trasporto in città. Una scelta necessaria per la sicurezza.
La II Commissione (Viabilità e Trasporti) del Comune di Torino ha licenziato per l’Aula la mia mozione che impegna il Comune di Torino a concordare, con le cooperative che gestiscono i taxi cittadini, tariffe speciali ridotte per le donne sole che usufruiscono di questo servizio tra le 8 di sera e le 5 di mattina, per lavoro o per il tempo libero.

Continua a leggere

I Moderati

Al centro della visione politica della lista civica per la quale mi sono candidato ci sono la persona, la libertà e la dignità di ogni essere umano, la centralità della famiglia e del lavoro, la solidarietà sociale e il rispetto per l’ambiente.

#AppendinoDoveSei

Seguimi sui social