Per l’Amministrazione, il Disability Manager è un ruolo da svolgere a tempo perso

Nell’avviso di nomina è chiaramente scritto che si tratta di un incarico svolto a titolo gratuito. Sono stufo di come questa Giunta si approccia al tema della disabilità.

 La professionalità si paga.

Questo è, o dovrebbe essere, un principio universalmente riconosciuto da tutti i punti di vista: da quello della giustizia, da quello dell’etica a quello della deontologia.

Nell’avviso di nomina per il Disability Manager pubblicato dalla Città di Torino, invece, si leggono queste parole:

[Il Disability Manager] sarà nominato/a dalla Sindaca, previa consultazione della Conferenza dei Capigruppo. L’incarico è svolto a titolo gratuito.

Ne consegue che, per questa Amministrazione, o il principio di cui sopra non è valido oppure per lavorare per le persone disabili la professionalità è un optional.

Mi chiedo, ora, chi – tra coloro che sono “in possesso di diploma di Corso di Perfezionamento post universitario di Disability Manager e con comprovate esperienze e competenze nel campo delle politiche di pari opportunità ed in particolare di inclusione delle persone con disabilità” e sulle diverse forme di disabilità”, come si legge sul documento – potrà accettare questa proposta. Dovremo sperare nella generosità e nel buon cuore di qualcuno. Ancora una volta.

Sono stufo di come questa Amministrazione tratta il tema della disabilità.

Contatti

#socialwall

I Moderati

Al centro della visione politica della lista civica per la quale mi candido ci sono la persona, la libertà e la dignità di ogni essere umano, la centralità della famiglia e del lavoro, la solidarietà sociale e il rispetto per l’ambiente.

#AppendinoDoveSei

Seguimi sui social