Manifestazioni e furti di corrente presso la tettoia strippaggio

I residenti dell’area del parco Dora continuano a chiedere l’intervento delle Istituzioni e delle Forze dell’Ordine per una situazione ormai insostenibile che si verifica nella parte denominata tettoia strippaggio: nonostante le molteplici segnalazioni inoltrate dai cittadini, diverse manifestazioni di vario genere, disturbano la tranquillità dei residenti. In queste occasioni, sempre più frequenti, il parco viene letteralmente invaso da persone che spargono cartacce, bottiglie di vetro, orinano ovunque, gettando rifiuti di vario genere e aprendo i pozzetti per rubare la corrente elettrica a cui collegare gi amplificatori. Con questa interpellanza, chiedo al Sindaco e all’Assessore competente quali azioni intende intraprendere la Giunta comunale al fine di garantire una migliore qualità di vita ai residenti, restituendo loro la fruibilità del  parco ed un diverso utilizzo.

Il sottoscritto Consigliere Comunale

PREMESSO CHE

– i residenti dell’area del parco Dora continuano a chiedere l’intervento delle Istituzioni e delle Forze dell’Ordine per una situazione ormai insostenibile che si verifica nella parte denominata tettoia strippaggio;
– nonostante le molteplici segnalazioni inoltrate dai cittadini agli Enti preposti non si arriva ad una risoluzione definitiva della problematica;
– diverse manifestazioni di vario genere, autorizzate e non autorizzate, disturbano la tranquillità dei residenti;

RILEVATO CHE

– i cittadini continuano a denunciare la facilità con cui vari gruppi di persone si insediano all’interno del parco sotto la tettoia, aprono i pozzetti e rubano la corrente elettrica collegando amplificatori che sparano musica ad alto volume impedendo il sonno ai residenti della zona;
– in queste occasioni, sempre più frequenti, il parco viene letteralmente invaso da persone che spargono cartacce, bottiglie di vetro, orinano ovunque, gettando rifiuti di vario genere;

CONSIDERATO CHE

– a ridosso dell’area sono presenti abitazioni e i cittadini hanno il diritto di vivere serenamente e di godere dei benefici del riposo notturno;
– è inconcepibile che il Comune continui a tollerare manifestazioni di ogni genere e che quando i cittadini si rivolgono alle istituzioni preposte per chiedere la risoluzione della problematica e quando richiedono l’intervento delle forze dell’ordine non ricevono alcuna risposta;
– le manifestazioni sono sempre più frequenti e il flusso di partecipanti è sempre più elevato;
nel 2012 alcuni organi di stampa avevano diffuso la notizia che il capannone dello strippaggio sarebbe stato controllato da una decina di occhi elettronici;

INTERPELLA

Il Sindaco e l’Assessore competente per sapere:

– quali azioni intende intraprendere la Giunta comunale al fine di garantire una migliore qualità di vita ai residenti, restituendo loro la fruibilità del  parco ed un diverso utilizzo;
– quali sono state le iniziative che si sono svolte nella zona del parco descritta in narrativa e che sono state autorizzate dalla Città di Torino e quanto sono costate per la pulizia alla fine della manifestazione;
– quali azioni intende attuare la Giunta al fine di contrastare il fenomeno dilagante dei gruppi di persone che si attaccano abusivamente ai pozzetti e rubano la corrente;
– chi conteggia tali sprechi e chi ne paga le conseguenze; a quanto ammonta la spesa;
– in quante e di quali tipologie risultino essere le manifestazioni non autorizzate di cui il Comune abbia notizia o delle quali esistano segnalazioni da parte dei cittadini alla Polizia Municipale;
– se la Città di Torino ha valutato la possibilità di istallare sofisticatissime telecamere per monitorare tutte le manifestazioni che si svolgono sotto il capannone della tettoia strippaggio.

Contatti

#socialwall

I Moderati

Al centro della visione politica della lista civica per la quale mi sono candidato ci sono la persona, la libertà e la dignità di ogni essere umano, la centralità della famiglia e del lavoro, la solidarietà sociale e il rispetto per l’ambiente.

#AppendinoDoveSei

Seguimi sui social