• home slideshow manifesto 2018
  • slideshow01
  • Magliano_Strippaggio2
  • A Torino contano le persone

INTERPELLANZA – Intervallo, la campanella suona! I bambini hanno diritto di giocare in cortile!

Scritto da Redazione sito on . Postato in Interpellanze

Il sottoscritto Consigliere Comunale,              

PREMESSO CHE

– l’Istituto Comprensivo Regio Parco, costituito nell’anno scolastico 2009/2010, si trova sul territorio della Circoscrizione 7 e comprende sette scuole dei tre ordini di grado d’istruzione: Infanzia “Cirié”, Infanzia “Maria Teresa”, Primaria “Lessona”, Primaria “De Amicis”, Primaria “Fiocchetto”, Secondaria di Primo Grado “Giacosa” e Secondaria di Primo Grado “Verga”;

– la Scuola Primaria Michele Lessona si trova in corso Regio Parco 19, quartiere Borgo Rossini;

– l’Istituto è ospitato in un edificio costruito nel 1923, nel quale sono collocate anche le sedi della         Direzione Scolastica e della Direzione Amministrativa;

  • il plesso è dotato di spazio mensa, palestra, biblioteca degli alunni; biblioteca magistrale, laboratorio di Scienze, laboratorio di Matematica, laboratorio di Informatica, laboratorio di Lingua Inglese, laboratorio di Pittura, laboratorio di Musica, sala riunioni per gli insegnanti e per le assemblee dei genitori;
  • lo scrivente ha effettuato in zona, insieme ad alcuni residenti e genitori di alunni, un sopralluogo in data 6 novembre 2018;

RILEVATO CHE

  • le condizioni del cortile interno del plesso, non sono compatibili con la sicurezza degli alunni, non consentendo quindi il normale e quotidiano svolgimento delle attività ricreative all’aria aperta nei momenti di intervallo o di doposcuola degli scolari, per le seguenti motivazioni:
  • la pavimentazione, che nello strato più superficiale appare in terra battuta e ghiaia è il risultato di una riqualificazione avvenuta circa vent’anni fa, attraverso il riempimento dello spazio disponibile con materiale di risulta di cantieri edili;
  • il cortile si allaga alle prime piogge e presenta ampi avvallamenti e conche in cui si raccoglie l’acqua senza che via sia deflusso adeguato;
  • in condizioni di clima asciutto, invece, risulta impossibile camminare, correre e saltare (attività fondamentali per un corretto sviluppo psicofisico dei bambini), senza alzare una polvere spessa, tale da rendere impraticabile la fruizione dell’area. Le conseguenti reazioni per allievi e personale impegnato nella sorveglianza, quali collaboratori scolastici ed insegnanti, costringe questi ultimi a limitare l’uso del cortile o imporre agli allievi di non divertirsi come sarebbe giusto facessero, per evitare reazioni respiratorie, nonché oculari e cutanee;
  • dalla terra emergono oggetti e rifiuti di vario tipo, molti dei quali appuntiti, taglienti, arrugginiti o comunque a vario titolo pericolosi;
  • non sono protette le scale di accesso ai sotterranei che si trovano nel cortile e anche queste costituiscono un pericolo per i bambini che giocano;

CONSIDERATO CHE

  • il disagio causato dalle attuali condizioni del cortile ad insegnanti e alunni della Scuola Lessona, conduce ad una impossibilità di fatto di uscire dagli spazi chiusi dell’edificio durante le ore di permanenza in Istituto, specialmente per i bambini delle prime classi, che necessitano di maggiore controllo;
  • il cortile, se opportunamente risistemato, sarebbe utile e utilizzabile anche per altre attività ludiche, ricreative o per eventi scolastici che coinvolgono l’intera comunità residente nel territorio (saggi, feste, concerti musicali, premiazioni, orti didattici, laboratori ed attività varie, nonché importanti attività di sostegno alle famiglie durante la sospensione delle attività didattiche quale, ad esempio, Estate Ragazzi..), come normalmente accade nella maggior parte delle scuole italiane;
  • proprio in relazione alle situazioni sopra descritte ed alle necessità rilevate, nel precedente anno scolastico, la scuola in collaborazione con il Comitato Genitori Lessona “the Lesson1”, ha partecipato al concorso Co-City nell’ambito del progetto AXTO 2018, (che si allega alla presente), mettendo in evidenza anche la centralità della scuola nel rapporto con la cittadinanza ed il territorio del quartiere. Il progetto, infatti, proponeva anche la sistemazione di un’aula scolastica, sia per finalità didattiche che sociali, da mettere a disposizione di genitori, associazioni e comitati di residenti, che non dispongono nel quartiere, di altri spazi di incontro pubblici;

INTERPELLA

Il Sindaco e l’Assessore competente per sapere:

  1. se l’Amministrazione abbia intenzione di prendere spunto, almeno in parte, dal progetto Co-City presentato dal Comitato Genitori Lessona “the LESSON 1”;
  2. in caso di risposta affermativa, in quale misura intenda farlo, considerando un “range” di possibilità che va dall’obiettivo minimo del rifacimento della pavimentazione all’obiettivo massimo della realizzazione di tutti i punti previsti dal progetto (aula multiattività, orto didattico, cortile aperto);
  3. in caso di risposta negativa, come pensi in alternativa l’Amministrazione di rendere il cortile realmente fruibile per gli alunni della Scuola Lessona;
  4. se all’Amministrazione risulti che il Servizio Edilizia Privata abbia effettuato un sopralluogo nel cortile della Scuola Lessona e, in caso affermativo, quali siano gli esiti.

Silvio Magliano