• home slideshow manifesto_ok
  • slideshow01
  • slideshow02
  • A Torino contano le persone

INTERPELLANZA – I SERVIZI ON-LINE DELL’ANAGRAFE SI RIDUCONO PERCHÉ L’AMMINISTRAZIONE NON È CONNESSA CON I CITTADINI

Scritto da Andrea Donna on . Postato in Interpellanze

Il sottoscritto Consigliere Comunale,

PREMESSO CHE

–        l’Anagrafe raccoglie le informazioni riguardanti le caratteristiche della popolazione residente sul territorio comunale;

–        presso gli uffici anagrafici è possibile ottenere certificazioni desumibili dagli atti anagrafici e di stato civile, ottenere la carta d’identità, presentare istanza di iscrizione anagrafica, presentare istanza per il cambio di indirizzo;

–        possono usufruire dei servizi di certificazione tutti i cittadini residenti in Torino;

–        possono usufruire dei servizi di carta d’identità tutti i cittadini residenti in Torino o temporaneamente dimoranti nel Comune per particolari motivi;

–        la carta d’identità può esser rilasciata a tutti i cittadini residenti, senza limiti di età (il Decreto Legge n. 70/2011 ha eliminato il limite minimo di 15 anni);

RILEVATO CHE

–        fino a un anno fa era prevista la possibilità di procedere alla prenotazione on-line della carta d’identità per minori;

–        lo scrivente è stato contattato da alcuni cittadini i quali hanno rilevato che, ad oggi, tale utilissimo servizio di prenotazione on-line è stato soppresso causando notevoli disagi;

CONSIDERATO CHE

–        la possibilità di prenotare on-line determinati servizi erogati dagli uffici anagrafici della Città doveva essere considerato una buona base di partenza per estendere il servizio di prenotazione a tutti i servizi anziché contrarlo come è stato fatto;

–        nel capitolo 12 (rubricato “Smart city, innovazione, sistemi informativi e partecipazione”) del Programma di Governo per la Città di Torino 2016-2021, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale il 28 luglio 2016 (mecc. 2016 03358/002), Giunta e maggioranza espressamente indicavano “i valori di Torino smart city: 1-la qualità della vita dei soggetti che abitano ogni quartiere della città; 2-l’avvicinamento tra i cittadini e cittadine e le istituzioni; 3-la semplificazione dei servizi; 4-la domanda e offerta di innovazione” e più avanti “Migliorare la comunicazione della Pubblica Amministrazione con il cittadino e la cittadina … dando rilievo a trasparenza e facilità nell’utilizzo dei servizi” (pagina 51);

INTERPELLA

La Sindaca e l’Assessore competente per sapere:

  1. se l’Amministrazione sia a conoscenza di quanto narrato;
  2. quali siano le motivazioni per una riduzione dei servizi erogati con prenotazione on-line;
  3. come si coniughi tale scelta con il concetto di città smart e di “città intelligente, creativa e inclusiva” (capitolo 12 “Smart city, innovazione, sistemi informativi e partecipazione” del Programma di Governo per la Città di Torino 2016-2021, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale il 28 luglio 2016 – mecc. 2016 03358/002);
  4. se sia in previsione, e se sì con quali tempistiche, l’estensione della prenotazione on-line per tutti i servizi erogati dall’Anagrafe.

F.to  Silvio Magliano