fbpx

Ahmadreza Djalali, condanna a morte confermata

Barbarie che ci riempie di orrore, ora tenere alta l’attenzione a livello internazionale per scongiurare l’esecuzione.

Il ricercatore iraniano-svedese Ahmadreza Djalali sarà messo a morte: la magistratura ha infatti terminato la procedura di revisione del suo caso, che era stata richiesta e ottenuta dai suoi avvocati. L’esecuzione era prevista per lo scorso 21 maggio. Il portavoce della magistratura Massoud Setayeshi ha ora dichiarato che “Djalali sarà giustiziato a tempo debito”. Apprendiamo tutte queste notizie con dolore e orrore. Mantenere alta l’attenzione su questa vicenda a livello internazionale è tutto ciò che possiamo fare, tutti e quotidianamente, perché Ahmadreza Djalali abbia salva la vita e ritrovi la libertà. Per quanto nelle nostre possibilità, non ci tireremo indietro.

I Moderati

Al centro della visione politica della lista civica per la quale mi sono candidato ci sono la persona, la libertà e la dignità di ogni essere umano, la centralità della famiglia e del lavoro, la solidarietà sociale e il rispetto per l’ambiente.

#AppendinoDoveSei

Seguimi sui social